I sonaglini

I sonaglini, ma anche campanelli e fischietti, erano diffusi tra gli egizi, i greci ed i romani, ed erano tra i primi accessori che un piccolo riceveva nell’antichità. I romani li chiamavano tintinnabula o crepitacula (da “crepare” far rumore) e consistevano in ciondoli in ferro che i bambini tenevano perlopiù al collo anche come segno di riconoscimento. Altri, meno preziosi, erano in terracotta variopinta ma entrambi avevano un sassolino all’interno per distrarre il piccolo facendoli appunto tintinnare.

(Epoca romana. Conservato ad Oxford, Ashmolean Museum)

 

 

Riproduzione: terracotta lucidata a cera. Dimensione altezza cm 12 (c.a.) Modello raffigurato in lavorazione (plastilina)

error: I contenuti sono protetti !!